Cosa fare in caso di sinistro?

Un sinistro è sicuramente un evento che è meglio evitare, ma non esisterebbero le compagnie assicurative se non vi fossero sinistri da pagare ogni giorno e non solo per quel che riguarda le auto.

Ecco allora che oltre alla pagina ufficale di ALLIANZ presento un mio personale elenco di cose da fare in caso di sinistro.

1) Evitare che succeda o fare il possibile per evitare il propagarsi del danno.

sembra ovvio ma…non si sa mai.

2) Visitare questa pagina dove spiego alcuni concetti basilari delle assicurazioni

capita spesso di essere interpellato per sinistri che in realtà non sono sinistri ma soprattuto non verrebbero pagati da nessuna compagnia di assicurazione.

3) Contattare il proprio consulente assicurativo

cropped-profilo-fb1.jpg

anche questa sembra banale ma non nascondo di esser stato interpellato più e più volte per sinisti capitati a beni che non erano assicurati con me!!! In ogni caso ricordo che se non si contatta la propria agenzia in tempi brevi la compagnia si può rifiutare di pagare il sinistro.

4) Fare delle foto chiare che possano testimoniare ciò che è accaduto

ognuno di noi ha un telefonino in mano ogni giorno, è dura ormai pagare un sinistro senza nemmeno una foto; spesso tra l’altro il perito può decidere di pagare il sinistro senza nemmeno uscire, basandosi solo sulle foto.

5) se il sinistro è avvenuto in auto compilare la constatazione amichevole

CID che si può stampare e tenere in auto. Della constatazione amichevole si fanno 4 copie: 1 per il veicolo A, una per la sua assicurazione, 1 per il veicolo B e l’ultima per la assicurazione della controporte

6) se il sinistro non è avvenuto in auto si invia una breve dichiarazione alla propria agenzia dove si afferama ciò che è accaduto

in data ___ segnalo che____

7) conservare qualsiasi documento riguardante il sinistro  ed inviarli alla propria agenzia, la quale può chiedere gli originali in alcuni casi.

In particolare ricordo che possono essere richiesti: – scontrini – fatture – pagamenti – materiale danneggiato – documenti di smaltimento – foto e quant’altro possa essere utile all’assicurazione.

A questo punto i doveri del cliente terminano ed entrano in funzione altri protagonisti:

L’AGENZIA raccoglie il materiale necessario ed apre il sinistro.

Da questo momento in poi la compagnia e il Consulente assicurativo possono solo stare a a guardare perchè ora la palla passa alla compagnia, al perito ed al liquidatore.

LA COMPAGNIA valuta il materiale e interpella un perito.

Nel caso di un sinistro auto, se il cliente decide di recarsi in una carrozzeria convenzionata, il perito si accorda direttamente con la carrozzerie e il processo è più veloce. (vedi Carrozzeria Amica di ALLIANZ).

IL PERITO esegue la sua perizia e fa una stima di rimborso.

Il perito è un professionista esterno alla compagnia assicurativa.

IL LIQUIDATORE basandosi sulla perizia stabilisce l’importo da liquidare e poi liquida.

cop-2556090_1920

Se quanto deciso da perito e liquidatore il consulente assicurativo può cercare di portare le sue rimostranze (che sono poi quelle del cliente) ma il suo potere è limitato perchè difficilmente liquidatore e periti sbagliano a fare il loro dovere.

Alla fine di questa trafila (vi sono molti passaggi ma in molti casi in 1-2 settimane tutto è andato a buon fine) il cliente riceve la sua liquidazione. Se non dovesse accettare quanto deciso dal liquidatore, la strada più breve per avere un rimborso maggiore è quello di presentare una seconda perizia tramite un legale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *